Le facili tentazioni del "Copia e Incolla"

Copia_incolla
0 Flares 0 Flares ×

In questi mesi sto facendo da relatore a un corsista di un Master. Ho letto con curiosità e attenzione la stesura che ha redatto e mi è parso oltremodo evidentissimo che la maggioranza delle cose scritte sono un copia e incolla da fonti diverse gestito alla bell’e meglio.

Quando incontro il giovane scrivano, qualche giorno fa, gli esprimo le mie considerazioni, ma lui nega seccamente, puntualizzando che ‘Non ho fatto copia e incolla, ho semplicemente riportato quanto c’era scritto sui testi collegando i vari concetti con mie riflessioni’ (i connettivi oggi si chiamano così N.d.r.). ‘Ah ecco’, è la mia conclusione, ‘hai fatto copia e incolla quindi!’

Il fenomeno copia e incolla continua ad essere la moda del momento e non risparmia nessun elaborato: ricerche scolastiche, tesi, post di blog, e prestandosi alle più svariate considerazioni richiede una fondamentale precisazione:

  • E’ bene riportare delle citazioni da fonti autorevoli che supportino quanto abbiamo scritto
  • E’ male fare copia e incolla di qualcosa scritto da altri spacciandolo per proprio.

A parte l’intramontabile considerazione per cui non è lecito appropriarsi di cosa d’altri, infatti, è opportuno ricordare tre regole basilari a cui ciascuno di noi è chiamato a prestare obbedienza nella stesura di un testo

    1. A ognuno la propria mise. Ti metteresti mai il vestito che un’altra persona si è fatta fare su misura soltanto perché ti piace? Probabilmente no, perché su di te darebbe tutto un altro effetto e tu rischieresti di apparire disordinato, se non ridicolo e fuori luogo. Utilizzare il copia e incolla è uguale. Appropriarsi di stile, linguaggio, ritmo di qualcuno spacciandoli per propri significa comunicare all’esterno un’identità che non ti appartiene. Significa incoerenza. E questa non porta del bene a nessuno, in primis a chi lo fa. Sei chiamato a comunicare ciò che sei e ciò che pensi col tuo stile.
    1. I connettivi non trasformano un pasticcio in un’opera d’arte. Qualcuno copia e incolla da fonti diverse, collegando i vari concetti con i connettivi, pensando ingenuamente che ‘Infatti’ o ‘Inoltre’ abbiano il potere di rendere discorsivo ogni testo o di mettere ordine laddove c’è la mescolanza di stile, linguaggio, ritmo, lessico. Praticamente è come tentare un esperimento culinario mettendo assieme Torta sacher, Crema catalana, Sorbetto al limone e Torta di mele, amalgamandole con le uova (che legano sempre!) per cercare di creare un nuovo dolce. Sprechi un sacco di energie per ottenere un risultato per cui ti sentirai dire ‘Eh, guarda, non vedo l’ora di assaggiarlo’… Impiega le tue energie in modo più proficuo: cogli spunti, riflessioni, idee provenienti dall’esterno. Lascia che trovino spazio dentro di te, vicino alle idee che già hai. E quando, col tempo, avrai amalgamato il tutto, allora ne uscirà un prodotto nuovo, di qualità, che avrà il tuo stile, la tua forma, il tuo lessico.
  1. Arriva il Panda vigile. Per quanto riguarda i testi online, inoltre, va ricordato che con l’arrivo di Google Panda, come già anticipato a suo tempo dal buon Alessandro Vitale, sarà sempre più necessario curare la qualità dei contenuti, visto che l’algoritmo promette penalizzazioni nel posizionamento sui motori di ricerca per blog che presentano contenuti non originali o duplicati .

Per cui, mio caro amico del copia e incolla, se finora non ti ha mai preoccupato vestirti con un’accozzaglia di stili diversi o presentare ai tuoi amici un pastone iperzuccherato spacciandolo per dolce innovativo, sappi che il Panda non aspetta altro che poter dire la sua. E a detta di tutti, pare che non sia molto comprensivo con coloro che tentano di fare i furbi.

Meglio evitare inutili rischi, e puntare alla qualità e all’originalità. Siete d’accordo con me, cari amici digitali?

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×

scritto da

Damiano Bordignon è personal branding/relationship coach e co-founder di Sestyle che, attraverso la formazione e la consulenza, ti accompagna a fare di te stesso la chiave del tuo successo.

  2 commenti

scritto da Alberto il 20 giugno 2012 Rispondi

Puoi dirlo forte!!!

scritto da Damiano Bordignon il 21 giugno 2012 Rispondi

Grazie per questo tuo commento, Alberto. A presto :)

  lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×