Progetta il tuo futuro iniziando… dal passato

Griglia di valutazione Personal Brand sui SocialRiguardare ciò che si è detto e fatto online, aiuta a comprendere meglio se stessi e a progettare le strategie più idonee per migliorare il proprio Brand Personale.

Qualche settimana fa mi ha fatto riflettere il post dell’amica Silvia dove veniva posto l’accento sull’importanza di scrivere la propria cronologia per conoscere meglio se stessi:

Met­tere su una linea o una gri­glia i momenti in cui si sono prese deci­sioni impor­tanti, come sono avve­nuti i punti di rot­tura e cam­bia­menti aiuta a indi­vi­duare gli schemi, i loop, le ten­denze e di con­se­guenza per­mette di fare rifles­sioni e stra­tegie per il futuro.

Se, come Silvia ricorda, questa tecnica è importante in un qualsiasi percorso di crescita, a maggior ragione, mi sono detto, questa può rivelare sorprese interessanti nell’itinerario di costruzione del proprio Brand Personale, sia perchè è appunto un percorso (e non un insieme di singole azioni), sia perchè, come abbiamo più volte sostenuto, si lega profondamente allo sviluppo personale di ciascuno.

Rivedere le proprie azioni, quindi, diventa una tappa fondamentale per ciascuno per progettare con maggiore efficacia le strategie per il proprio futuro. E così come il post citato suggerisce alcune modalità per andare a costruire la propria Timeline del passato “offline”, ecco che se ci spostiamo sul piano digitale un’analisi sui Social Network può aiutarci a comprendere come ci poniamo e ciò che comunichiamo online.

Vuoi sapere come fare? Basta seguire questi semplici step:

  • Innanzitutto ritagliati del tempo. Certe operazioni non si possono svolgere mentre sei impegnato in altre attività o la tua presenza viene richiesta da qualcun altro. Un’ora, due, un pomeriggio, questo dipende da te, ma la cosa importante è che tu eviti qualsiasi distrazione;
  • Prendi un foglio e imposta una griglia, dividendo la riga in tanti spazi corrispondenti agli anni in cui sei presente sui Social, e la colonna in tanti settori corrispondenti ai profili Social che utilizzi;
  • Apri il tuo profilo Facebook e comincia a scorrere il mouse verso il basso. Più giù, più giù,… fino alla data della tua iscrizione. Ora, risalendo verso “i giorni nostri”, comincia a notare quello che scrivevi nel passato e come si svolgevano le tue interazioni. Poi, tenendo a mente la divisione per anni, rispondi ad alcune domande: Su cosa vertevano le mie discussioni? Erano gli stessi argomenti di cui parlo oggi o è cambiato qualcosa? E se qualcosa è cambiato, è avvenuto consapevolmente o mi sono perso dei pezzi per strada che forse val la pena recuperare? Segna le tue considerazioni sulla griglia e procedi;
  • Fai la stessa cosa per Twitter (se lo utilizzi), e per tutti gli altri ambienti digitali dove hai avuto modo di “scrivere” la tua opinione o, in generale,  tue considerazioni;
  • Passa ora a quei profili Social dove l’immagine la fa da padrona (Instagram, Pinterest,…) e vai a vedere nel tuo account tutte le immagini che hai pubblicato. Qui il colpo d’occhio dovrebbe facilitarti le cose per cui, senza pensarci troppo, domandati: Quali sono le immagini a cui ho dato più rilevanza? I miei interessi sono rimasti inalterati nel tempo o si sono modificati? Anche qui, mi sono perso dei pezzi per strada senza accorgermene o sono state scelte volute? Scrivi nei vari riquadri le tue considerazioni e procedi;
  • Guarda adesso ciò che hai scritto/postato nelle ultime settimane, esamina di nuovo le conversazioni che generalmente conduci, il tono e lo stile che utilizzi, gli interessi a cui stai dando spazio con le tue foto e poi chiediti che cosa stai comunicando di te e come lo stai facendo. Vuoi rendere la tua analisi ancora più accurata? Chiedi a qualcuno del tuo Network che idea ha di te (ricorda che gli altri riescono a vedere cose di noi che per motivi diversi ci sfuggono), magari guardando la tua presenza su un Social specifico, e segnati le conclusioni. A me, ad esempio, è successo un paio di settimane fa con Instagram :

conversazione su Twitter a proposito di InstagramCominciamo ora a trarre alcune conclusioni:

  • Tutto ciò che hai scritto e postato in questi anni ti ha portato, in modo più o meno voluto, al punto in cui sei ora. Prenderne consapevolezza “tirando le somme” è il primo passo per capire quanta strada hai percorso e come si è svolto il tuo cammino finora (il tuo stile di comunicazione).
  • Le tue azioni, ciò che posti, come intrattieni le conversazioni, sono tutti elementi che identificano il tuo Brand Personale. Le conclusioni a cui sei arrivato/a esaminando i vari aspetti sono quelle che ti aspettavi oppure no? L’immagine che comunichi, anche in base a quello che gli altri ti hanno detto, è quella che vuoi o qualcosa va modificato? I vari aspetti che caratterizzano la tua identità sono coerenti e “ben bilanciati tra loro” o l’effetto finale è un patchwork di pezzi messi alla rinfusa? E le Bio con cui ti presenti nei vari Social Network contengono in sintesi tutti questi aspetti o c’è qualcosa che va aggiunto piuttosto che tolto?

Riflettere su questi punti può non portare da subito a conclusioni chiare e definitive (così è successo a me), ma non temere: internamente i concetti lavorano e, quando meno te lo aspetti, ecco arrivare le intuizioni, nuovi punti di partenza per progettare le strategie più efficaci e coerenti per il tuo futuro.

E voi, cari amici, a quali conclusioni siete arrivati facendo questo esercizio? Attendo ovviamente i vostri commenti

  
Questa voce è stata pubblicata in Personal Branding, Strumenti e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Autore:

Damiano Bordignon è co-founder e communication/relationship coach presso Sestyle, progetto di Treviso che promuove, attraverso la formazione e la consulenza, il Personal Branding nel Nord-Est.

Maggiori informazioni su Damiano Bordignon

4 Commenti

  1. Ammetto che è un esercizio che facevo già, ma più che altro per curiosità personale su come mi rapportavo qualche anno fa su certi temi. Insomma, un auto-voyeurismo :D

    Però alla fine si rivela fondamentale, sia perché sul Web rimane TUTTO ciò che scriviamo sia perché può capitare di tornare su un argomento anche a distanza di tempo e andarsi a rivedere ciò che si è scritto in un determinato momento (magari dettato dalla foga se era un topic caldo etc..) aiuta a essere coerenti con sé stessi.

    • Precisi e puntuali, i tuoi commenti sono sempre cosa molto gradita, caro Benedetto. E poi, in questo caso, è come se ti fossi posto una domanda e dato una risposta. Quoto e sorrido ;) . E ovviamente ti ringrazio, augurandoti buona serata :)

  2. D’accordissimo su tutto.
    Ho recentemente aperto una pagina facebook e ho utilizzato la timeline proprio per mettere in ordine la mia presenza in rete, sottolineando l’aspetto “nerd” che mi contraddistingue.
    E anche sulla sezione “Chi sono” (che devo aggiornare) del mio blog ho deciso di far rivivere la mia storia sul web con un video in cui facevo vedere le mie tappe più importanti.
    E’ importante sottolineare le proprio esperienze, anche personali, perché a volte hanno più peso di mille attestati.

    • Grazie per questo tuo commento.
      Mi trovi pienamente d’accordo su tutto e ritengo inoltre molto interessante l’idea del video che sintetizzi i momenti più importanti della tua esistenza. Un lavoro di sintesi che credo sia impegnativo ma che credo porti grande chiarezza per chi lo fa.
      Ti auguro buona serata :)

Lascia un Commento

Personalizza il tuo avatar registrandoti su gravatar.

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.